23 anni insieme: il grazie di Cleonice

Dopo 23 anni di lavoro insieme per i bambini del Centro Alvorada nella favela di Belo Horizonte in Brasile, Cleonice, responsabile della pulizia dell”Opera cambia lavoro e saluta così i volti degli adulti e dei ragazzi che l”hanno accompagnata in questo cammino:

“Agli amici dell”Opera.

Quando mi guardo dentro ho la certezza che tutto questo che abbiamo esiste proprio perché ognuno di noi fa parte di quest”Opera: dall”asilo al laboratorio di informatica, dalla sala del dentista alla Casa di accoglienza Novella. Fare parte di quest”Opera vuol dire vivere l”amore, la sincerità di ognuno di voi. Mamma Rosa: che il tuo “latte materno” ci alimenti per molto tempo.

Aver vissuto tutti questi anni al vostro fianco è per me segno della certezza che Dio ci ha chiamati e scelti. Amo e ho amato con il cuore tutti i bimbi e gli adolescenti dell”Opera. Proprio vicino a tutti voi e con voi ho scoperto di più chi sono io, la mia vocazione.

Conoscere Rosa è stata un”esperienza di crescita. Con lei ho imparato cosa vuol dire guardare alla bellezza interiore e non solo a quella esteriore. Ho imparato a prendermi cura, abbracciare e piangere insieme. Ho imparato che non siamo tutti uguali, ma che tutti siamo figli di Dio…un bambino non nasce sapendo già tutto, noi adulti dobbiamo educarlo anche se a volte questo significa che potrà cadere e farsi male. Ho imparato in questo viaggio con lei che, anche se fa male, non dobbiamo nascondere. Bisogna insegnare anche a cadere. Se uno cade, poi si rialza e impara

Tutto questo che ho imparato lo devo a Rosa perché io stessa sono caduta molte volte ma mi sono sempre rialzata.
Cléo”