Chi è Rosetta

 

Tutto è iniziato nel lontano 1961 quando alcuni giovani carnatesi diedero vita ad un gruppo giovanile di paese chiamato “Raggio” che ricalcava lo spirito dei movimenti milanesi di Gioventù studentesca e dei Giovani lavoratori fondati da don Giussani.

I ragazzi e le ragazze che vi partecipavano erano chiamati a vivere il cristianesimo in una comunità aperta agli altri ed in sintonia con la realtà del paese.

Ben presto il gruppo assunse dimensioni notevoli e coinvolse giovani e sacerdoti di paesi limitrofi, con i quali venivano condotte iniziative di caritativa, incontri formativi, vacanze e gite collettive che spesso coinvolgevano anche i genitori.

Sin dagli inizi Rosetta Brambilla di Bernareggio partecipò e contribuì allo sviluppo di questo gruppo, maturando una vocazione missionaria che la portò in Brasile nel 1967 scegliendo di stare con i più poveri e diseredati abitanti delle favelas di Belo Horizonte.

Rosetta comprese che occorreva operare a partire dai bambini perché, accolti ed amati, dessero inizio ad un cambiamento della loro famiglia e quindi del loro quartiere.

Per dare corpo a questa intuizione aveva bisogno di un sostegno concreto che chiese ed ottenne dai suoi amici carnatesi, i quali furono i primi finanziatori della modesta iniziale struttura di accoglienza nella favela Primeiro de Maio.

Nei successivi cinquant’anni Rosetta ha continuato la sua opera fondando ben 8 centri formativi per più di milleduecento bambini e ragazzi.